giovedì 28 febbraio 2013

Che bello, oggi è l'ultimo giorno di scuola

Avevo uno zio che anni fa vinse un concorso alle Poste. Per qualche anno maneggiò raccomandate e assicurate, poi decise che quello non era il suo mestiere, lui aveva sempre desiderato fare il parrucchiere. Si licenziò e entrò come apprendista in un salone del quartiere.
Mi piace pensare che anche il Papa si sia accorto che quel mestiere lì, lui proprio non voleva farlo.

6 commenti:

  1. Quel "mi piace pensarlo" pesa come un macigno. C'è qualcosa che, temi, "ti dispiaccia sapere"?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No. Semplicemente il pensiero di aver a che fare con un uomo e con le sue scelte, e non con una costruzione mediatico-trascendentale che di umano ha poco, mi rasserena.

      Elimina
  2. E perchè sarebbe l'ultimo giorno di scuola?

    RispondiElimina
  3. Era l'evento più liberatorio che mi è venuto in mente.
    Ne ha uno migliore?

    RispondiElimina
  4. Io sono piú maliziosa. Non credo vhe il Papa olesse fare altro. Credo non abbia avuto scelta

    RispondiElimina